• Garanzia 30 giorni soddifatti o rimborsati

    Garanzia 30 giorni soddifatti o rimborsati

  • Spedizione gratuita per gli ordini sopra i 50€

    Spedizione gratuita per gli ordini sopra i 50€

  • Le consegne si effettuano ogni giorno

    Le consegne si effettuano ogni giorno

  • Tutto per l'inglese

    Tutto per l'inglese

Types of relative clauses = Tipi di proposizioni relative

Esistono due tipi di proposizioni relative:

PROPOSIZIONI RELATIVE DESCRITTIVE (non-restrictive relative clauses)

PROPOSIZIONI RELATIVE RESTRITTIVE (restrictive relative clauses)

Le proposizioni relative descrittive non esprimono il soggetto o l’oggetto inteso dal parlante. È chiaro di chi o cosa si parla, perché sono specificate. Le proposizioni relative descrittive danno soltanto un’ulteriore informazione sugli oggetti/soggetti.

  • Ms Lucy Adams, who lives on the corner, has donated €600 to a charity organization. = La signora Lucy che vive sull’angolo ha donato 600€ all’organizzazione di beneficenza.
  • Tom Smith, who is a very intelligent computer programmer, will be able to do this. = Tom Smith che è una programmatrice molto intelligente, sarà in grado di farlo.
  • I bought this computer on Amazon, which is one of the biggest shopping websites. = Ho acquistato questo computer su Amazon che è uno dei più grandi negozi in rete.

 

Gli oggetti/soggetti negli esempi citati sono:

Ms. Lucy Adams, Val Hudson, Amazon.

Le proposizioni relative descrittive non sono fondamentali per la comprensione della frase, perché contengono soltanto ulteriori informazioni. Il significato dell’intera frase si conserva.

  • Ms. Lucy Adams has donated €600 to a charity organization. = La signora Lucy ha donato 600€ all’organizzazione di beneficenza.
  • Tom Smith will be able to do this. = Tom Smith sarà in grado di farlo.
  • I bought this computer on Amazon. = Ho acquistato questo computer su Amazon.

Le proposizioni relative restrittive ci dicono quale soggetto o oggetto intende il parlante. Se non ci fossero, non sapremmo di chi/cosa si parla.

  • Do you know a library where I could borrow this? = Conosci una libreria, dove potrei prendere in prestito questo?
  • Protestors who fight are usually arrested. = I manifestanti che si lottano, solitamente vengono arrestati.
  • A lot of people who smoke their whole lives suffer from cancer or other smoking consequences. = Molte persone che fumano per tutta la vita soffrono di cancro o altre conseguenze del fumo.

Avete notato?

- “a library where I could borrow this” ci specifica quale librearia,

- “Protestors who fight” ci specifica quale tipo di manifestanti,

- “people who smoke their whole livesci specifica quale tipo di persone.

 

Se le proposizioni relative ristrette vengono omesse, il significato della frase non è chiara.

  • Do you know a library? = Conosci una libreria?
  • Protestors are usually arrested. = I manifestanti vengono solitamente arrestati.
  • A lot of people suffer from cancer or other smoking consequences. = Molte persone soffrono di cancro o altre conseguenze del fumo.

 

In queste proposizioni relative si scrivono LE VIRGOLE.

In queste proposizioni relative non si scrivono LE VIRGOLE.

In entrambi i tipi di proposizioni relative si usa “who” per i soggetti e “which” per gli oggetti. Esistono alcune differenze:

 

Non si può tralasciare “who” o “which”:

  • I saw the Taj Mahal, which was surely one of the most interesting things I had seen. = Ho visto il Taj Mahal, che era sicuramente una delle cose più interessanti che abbia visto.

 

Si può usare “whom” quando si tratta dell’oggetto:

  • I tried to reach Mary, whom (si può dire anche “who”) I hadn't talked to for ages, but her number was not available. = Ho cercato di contattare Maria, con cui non mi sono sentita da molto tempo, ma il suo numero era irraggiungibile.

Si può tralasciare “Who/that/which”, quando si tratta dell’oggetto:

  • There is the park (which/that) I adore. = Li c’è il parco che adoro.

 

In questo caso “whom” di solito non si usa.

Non si può usare “that”:

  • Suzana who (non diciamo “that”) is my co-worker, is pregnant with twins. = Suzana, che è la mia collega, aspetta dei gemelli.
  • John misses his cat, which (non diciamo “that”) died a week ago. = A John manca il suo gatto, che è morto una settimana fa.

Si può usare “that”:

  • There is the park which/that I adore. = Li c’è il bar che adoro.
  • He thanked the dentist who/that treated him. = Ha ringraziato il dentista che l’ha curato.

In entrambi i tipi di proposizioni relative si può usare “whose” o “where”:

  • These are the people who started the protest. = Queste sono le persone che hanno iniziato la protesta.
  • Is this the place where we got lost last month? = È questo il luogo in cui ci siamo persi il mese scorso?
  • Johnny Depp, who is an American actor, has shot another film. = Johnny Depp, attore americano, ha girato un altro film.
  • We are going to stop in Milan, where our friends are studying. = Ci fermeremo a Milano, dove studiano i nostri amici.

 



La nostra offerta